Preliminari al barefoot style

  • Innanzitutto, allenare specificatamente ,seguendo i consigli di un allenatore, i muscoli dei polpacci, che devono contrarsi eccentricamente, in allungamento: per esempio, iniziando a camminare su un tapis roulant, aumentando l'inclinazione, e poggiando il piede come se si stesse salendo una rampa di scale.

  • Ascoltare sempre il proprio corpo: qualsiasi accenno di dolore, consultare un medico

  • Mai correre su un dolore o su un accenno di dolore

  • Non esagerare mai: occorre del tempo per poter raggiungere risultati soddisfacenti nel cambiamento del tipo di passo. Iniziare ad allenarsi con questo passo su brevi distanze, anche all'interno dei propri normali allenamento, aumentando queste sezioni, successivamente, con molta moderazione. Occorrono mesi e mesi di quotidiani allenamenti per rieducare il piede.

  • Eseguire sempre esercizi di stretching dopo ogni allenamento. Anche questi senza esagerare, e svolgere esercizi consigliati dal vostro trainer

  • Cambiare, senza esagerare, il tipo di scarpa usato: se siete stati abituati a correre con scarpe di categoria A3, meglio non passare subito al correre scalzi o con calzature stile barefoot, ma usare scarpe di “transizione”: durante un uscita o una gara , la stanchezza fisica potrebbe indurvi a correre in maniera meno efficiente sull'avampiede, facendovi tornare ad un appoggio non corretto; in questo caso avere una scarpa discretamente ammortizzata e protettiva è sicuramente vantaggioso ed evita l'insorgere di infortuni.

  • Iniziare ad allenarsi su superfici dure, in modo da comprendere più chiaramente come si sta poggiando: terreni morbidi possono “ingannare” la percezione del proprio passo

  • Iniziare a correre con passo corto e una maggiore cadenza




Copyright © 2013. All Rights Reserved.